DIPENDENZE

Capita talvolta di accorgersi confusamente che qualcosa fa male. Un’abitudine che complica la vita, invece di semplificarla. Una relazione che problematicizza, invece di rasserenare. Un tempo che porta piacere, ma solo nel breve periodo, perché dopo poco torna tutto peggio di prima. Sono questi i segnali di una possibile dipendenza da qualcosa o qualcuno che non è appropriato, cioè che “non fa per me”. Possono essere oggetti intrinsecamente malvagi, come la droga, la pornografia, l’alcool. Oppure oggetti buoni, il cui utilizzo, però, è inadeguato (in genere eccessivo e talvolta compulsivo): il lavoro, lo shopping, una persona cara, il gioco, l’uso di internet e dei social media, il cibo, il sesso. Ogni cosa piacevole può potenzialmente diventare una fonte di dipendenza se per qualche motivo – magari poco chiaro alla coscienza di sé – fuoriesce dal giusto posto della scala dei valori. Quando, cioè, occupa segretamente o manifestamente il pensiero dominante, l’abitudine ricorrente, il desiderio più impellente.

La dipendenza da pornografia o pornodipendenza è una piaga che sta distruggendo non solo i matrimoni e le famiglie, ma anche tanti giovani-adulti. Sappiamo, infatti, che la pornografia modifica il modo di pensare le relazioni e la sessualità, riducendola a consumo egoistico. Sappiamo che crea dipendenza: è difficile farne a meno. Sappiamo anche che un utilizzo prolungato può provocare persino delle vere e proprie disfunzioni fisiologiche, come la PIED negli uomini (Porn Induced Erectil Disfunction). Sappiamo anche che molte persone vorrebbero smettere di vedere pornografia, ma non ci riescono.

Noi sappiamo come aiutarle. Uscire dal tunnel è possibile. Molte storie lo raccontano. Bisogna capire che cosa stringe così forte alla pornografia, per rafforzare la volontà e liberarsene. Molte persone (anche famose!) dichiarano di esserne uscite e di aver recuperato così stima di sé, controllo, capacità di vera intimità, amore all’altro e, persino, amicizie. Il piacere non equivale alla felicità. Talvolta bisogna dominare il primo, per raggiungere il secondo.

Riferimenti

Elisabetta Broli, Pornografia, calamità ignorata, La Nuova Bussola Quotidiana.
Giovanni Cucci, Dipendenza sessuale online, Ancora.
Peter Kleponis, Uscire dal tunnel, D’Ettoris Editori.
Sara Matarese, Don’t click so quick, Pubblicazione indipendente

E’ POSSIBILE USCIRNE: LO DICONO IN MOLTI:

«Ah ne sono piuttosto orgoglioso, circa tre anni fa. Ho smesso». «Ora ho tre figli. Penso che ci sia una correlazione».
Hugh Grant

«La pornografia ha distrutto la mia vita. Cambia il modo in cui si pensa alle persone. Diventano oggetti, parti del corpo. Diventano cose da usare anziché persone da amare». Terry Crews

«Un’esperienza sessuale sana e piacevole richiede intimità e rispetto. E la dipendenza da pornografia distrugge entrambe le cose». Pamela Anderson

«Quando siamo presi dalla pornografia, la nostra mente e il cuore perdono facilmente di vista ciò che ha un valore reale, compreso chi è vicino a noi. Invece iniziamo a guardare gli altri attraverso una lente di autogratificazione».
Daniel Spadaro

I NOSTRI PERCORSI PER RISPONDERE ALLA DIPENDENZA DA PORNOGRAFIA

Percorso uomini:

Pensi di avere un problema con la pornografia? Vuoi liberartene ma, nonostante i tentativi, dopo qualche tempo ci ricaschi, anche saltuariamente? Parliamone! Potremmo capire se vi sono dei motivi per cui questo avviene, ed aiutarti a gestirli in modo diverso.

Percorso donne

Sei una ragazza o una donna che lotta (o pensa di avere un problema con la pornografia o la dipendenza sessuale? Non avere paura o vergogna, non sei sola, possiamo aiutarti. Non è un problema prettamente maschile e può colpire molte donne. Possiamo parlarne, noi siamo al tuo fianco.

Percorso per adolescenti

Ha l’obiettivo di far conoscere ai ragazzi i meccanismi neurobiologici attivati dalla pornografia, come si sviluppa la dipendenza da pornografia e quali sono gli effetti psico-sociali dell’abuso. E’ volto a far acquisire un pensiero critico in merito alle “bufale” sulla pornografia e ad aiutare a costruire un proprio punto di vista sulla tematica. Il percorso prevede un momento formativo e un momento di confronto guidato sull’esperienza sessuale in una relazione d’amore e nella pornografia, e sui pro e contro del corteggiamento virtuale.

Percorso per le mogli/fidanzate di uomini che fanno uso di pornografia:

Molto probabilmente ti sentirai confusa, ferita e tradita. Parliamone. Non sei sola: molte altre donne affrontano questo problema. Spesso, anche inconsapevolmente, si è parte di un meccanismo tale per cui il modo di parlarsi, di relazionarsi, di concepirsi come coppia influenza queste dinamiche malevoli. Si chiama co-dipendenza. E’ bene cercare di capire, per poi uscirne assieme: più forti, più liberi, più veri. Moltissime coppie hanno testimoniato una nuova vita, una rinascita, quando hanno preso di petto il problema della pornografia e lo hanno affrontato con motivazione.